Posted on

semi di canapa

Semi di canapa

La cannabis и una pianta dai vari impieghi, diffusa a latitudini diversissime, di cui esistono tantissime varietа. Coltivare la canapa и vietato dalle leggi italiane e da quelle di altri Paesi: i nostri semi di cannabis sono da intendersi per scopi collezionistici .

Semi di canapa da tutto il mondo, di alta qualitа e nella piщ totale sicurezza e riservatezza subito a casa tua . Con attenzione alle richieste degli utenti forniamo una vasta gamma di semi di cannabis autofiorenti, femminizzati, regular.
Il carrello и vuoto

HAI FRETTA? Clicca qui e vai alla pagina di richiesta del file con la disponibilitа immediata
Se non sei ancora registrato sul nostro sito clicca sul pulsante “Registrati”
Hempatia и la ditta che dal 2001 и specializzata nella vendita di semi di cannabis da collezione. Offriamo semi di cannabis delle migliori banche internazionali, nel rispetto delle vigenti leggi sulla cannabis.
Se collezioni semi di canapa non puт mancare Hempatia nei tuoi segnalibri, ti offriamo un catalogo vermente vasto di genetiche e un servizio amichevole e di qualitа nel rispetto della tua privacy.
ATTENZIONE: a causa dell’emergenza Coronavirus si consiglia di scegliere i semi in pronta consegna (contrassegnati con il bollino verde ). L’arrivo degli altri semi non disponibili al momento potrebbe slittare oltre il 18/05/2020.

Per completare l’ordine inserisci il nome utente e la password e poi clicca sul pulsante “Accedi”

Hempatia è leader nella vendita di semi di cannabis da collezione. Semi di canapa femminizzati, autofiorenti, terapeutici, con alto CBD. Acquista online o in negozio!

Semi di canapa

Soprattutto all’anziano e alle persone debilitate, si consiglia comunque di non sostituire l’olio di canapa al regolare consumo di pesce (almeno due o tre porzioni settimanali), in quanto nell’olio di canapa non troviamo significative quantità di acido eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico (DHA).
Infatti, per quanto il metabolismo umano sia capace di ricavare EPA e DHA a partire dall’ALA, non è detto che questa funzione risulti del tutto sufficiente a coprire i fabbisogni specifici.

Ciò che rimane dopo l’estrazione dell’olio è una polvere detta farina di canapa.
L’olio di canapa si ricava dai semi dell’omonima pianta (nome botanico Cannabis sativa), che lo contengono in percentuali vicine al 30%.

Insieme agli oli estratti da altri semi (chia, perilla, lino, kiwi, mirtillo rosso, camelia, porcellana, olivello spinoso, noce, canola, soia ecc.), l’olio di canapa è una delle principali fonti alimentari di acido alfa linolenico (ALA – capostipite della famiglia omega tre).
E’ da segnalare, anche se di scarsa rilevanza, il contenuto di cannabinoidi in tracce, quali il tetraidrocannabinolo (THC); le concentrazioni di queste sostanze psicoattive sono talmente esigue da rendere improbabile qualsiasi fenomeno di “tossicità” (ne servirebbero alcuni litri al giorno).
Come gli altri oli, essendo composto esclusivamente da lipidi, ogni grammo (g) di olio di canapa fornisce all’organismo 9 chilocalorie (kcal).
Approssimativamente, un cucchiaio di olio di semi di canapa (circa 10 ml) contiene 1,7 grammi di omega tre, arrivando a coprire l’intero fabbisogno dell’adulto.
Olio di canapa (in inglese “hemp oil”) NON è sinonimo di olio di marijuana o di hashish (in inglese “hash oil”); quest’ultimo rappresenta una sostanza oleosa, ricavata dalla Cannabis sativa ssp. Indica, che contiene significative quantità di cannabinoidi psicoattivi.
L’estrazione della componente grassa dai semi di canapa può avvenire con due metodi differenti:

  • Aumentare il rischio cardiovascolare
  • Facilitare l’insorgenza di altre malattie a componente infiammatoria, come dermatite, asma, artrite reumatoide ecc.

Quali sono le funzioni dell’olio di canapa sul corpo umano? Quali sono le sue proprietà? Dove trova impiego? L’olio di canapa fonte di omega 6 ed omega 3